Quando dimentichi di essere infinito.

Lo spazio non può essere perturbato.

L’oggetto nello spazio, sì.

Quando mi offendo, quando nasce il risentimento, la paura di perdere, il bisogno di vincere un confronto, l’invidia, l’avversione o l’attaccamento…… mi fermo qualche istante, il tempo di qualche respiro, l’aria entra nel corpo, l’aria esce dal corpo…. respiro… profondo e totale….e pongo una domanda interiore, sto ferma, attendo quindi nel silenzio che la vita mi riveli il suo insegnamento. Non cerco una risposta, in quel momento, non è lo spazio, ma l’oggetto che brama una risposta. 

Lo spazio attende il sussurro della Vita Maestra.

Perché la vita è maestra, lei sola.

E la domanda è: quale oggetto credo di essere?

Se sono perturbato, ho dimenticato di essere lo spazio ed ho iniziato a credere di essere l’oggetto.

Non potrebbe essere più semplice e spietato di così.

La cosa meravigliosa è che la vita mi ama, e vuole che imparo, e vuole che vivo la mia Veritá, e troverà tutte le forme, i luoghi e le persone necessarie a ciò, se resisto, mi faccio male. Se vivo il cambiamento, imparo.

Aho. Ashè. Namastè. 

Un Messaggio di Amore e Verità

Abbandoniamo la nostra verità per “comprarci” un po’ di amore, di riconoscimento e di considerazione, perchè pensiamo di non essere degni di amore, ma in questo modo non riusciremo mai a sentirci incondizionatamente amati, perchè non siamo nella verità.

E’ un circolo vizioso infinito.

Ricominciamo a ricordare?

La Verità è che noi siamo Amore. E nell’essere Amore siamo Verità, quella verità che abbraccia la luce e l’ombra, il buddha e zorba, il santo e l’assassino. E quando siamo nello spazio della Verità, allora Amore permea la nostra vita e il nostro respiro, senza etichette, senza confini: si rivela in un fiore, negli occhi di un bimbo, nello sguardo di uno sconosciuto, in un gesto gentile e accurato.

E’ molto più riposante riconoscere lo spazio di Amore e Verità, è molto più faticoso invece negarlo, confrontarlo, cambiarlo, gestirlo, etichettarlo, aggiustarlo, possederlo, barattarlo, investirlo, pianificarlo… etc… faticoso e inutile, peraltro.

La Verità è Sovrana, l’Amore il suo inseparabile compagno.

Da qualche parte dobbiamo pur ricominciare a ricordare.

Siamo nati per fare esperienza, esperienza di Amore e Verità, senza scelta, quello che accade è abbastanza, la vita ha più fantasia e senso dell’umorismo.

Lifes Knows Better.

Affidiamoci.